Messa in sicurezza del territorio: al via la sistemazione del torrente Rigossa - Comune di Gatteo

archivio notizie - Comune di Gatteo

Messa in sicurezza del territorio: al via la sistemazione del torrente Rigossa

 
Messa in sicurezza del territorio: al via la sistemazione del torrente Rigossa

Il progetto complessivo, diviso per stralci e candidato anche a finanziamenti nazionali, prevede la costruzione di muretti arginali a tutela del centro di Sant’Angelo fino al muretto esistente in territorio di Gambettola.

Gli eccezionali eventi alluvionali che nel febbraio del 2015 hanno interessato diffusamente tutta l’area romagnola hanno lasciato un profondo segno a Gatteo, dove è ancora vivido nei cittadini il ricordo degli ingenti danni provocati dall’eccezionale piena del torrente Rigossa a Sant’Angelo. Dapprima il Comune è intervenuto per rinforzare l’argine in corrispondenza del ponte sulla A14 con il posizionamento di massi ciclopici, per ripristinare la rottura dell’argine che ha causato ingenti danni al centro abitato di Sant’Angelo e rinforzare un punto particolarmente critico. Una volta intervenuti nelle zone più urgenti con il ripristino dei danni maggiori, si è iniziato a procedere con lo studio di soluzioni per la messa in sicurezza del tratto di torrente che attraversa la frazione di Sant’Angelo.

Il progetto complessivo, diviso per stralci e candidato anche a finanziamenti nazionali, prevede la costruzione di muretti arginali a tutela del centro di Sant’Angelo fino al muretto esistente in territorio di Gambettola. Come prima misura sono stati progettati muretti antiesondazione lungo i due cigli del torrente, nel tratto compreso tra la rotatoria “Romagna mia” e il confine comunale tra Gatteo e Gambettola. Il primo stralcio funzionale (300mila euro) prevede la realizzazione dei muretti tra la via Allende e la rotatoria Romagna Mia e nel tratto a monte di via Allende per circa duecento metri. La spesa sarà sostenuta per 100mila euro dal Consorzio di bonifica e per la restante parte dal Comune di Gatteo, che ha stanziato 100mila euro di fondi propri e beneficia di un contributo di pari importo, erogato dalla Regione Emilia-Romagna. Per la realizzazione dell’opera, prevista per la fine di agosto, il Consorzio di bonifica e il Comune di Gatteo hanno sottoscritto un’apposita convenzione. I muretti arginali saranno in cemento armato a “mensola” di altezza variabile da 50 a 150 centimetri rispetto alla quota stradale. Poiché nel tratto interessato dai lavori entrambi gli argini sono adibiti anche a pubblica strada asfaltata (si tratta di via Via Rigossa Destra e Via Rigossa Sinistra) il muretto sarà collocato in banchina. Per conferire maggiore stabilità ai muretti, saranno infissi, all’interno dell’armatura di fondazione, lunghi pali di castagno opportunamente dimensionati.

Con la partenza del primo stralcio dei muretti arginali è stato raggiunto il primo traguardo per la messa in sicurezza del centro abitato di Sant’Angelo, grazie alla disponibilità degli enti che hanno collaborato con grande impegno al raggiungimento dell’obiettivo. La messa in sicurezza del centro abitato di Sant’Angelo passa anche attraverso una convenzione che verrà sottoscritta con il Consorzio di Bonifica per l’installazione di un sensore in corrispondenza del ponte con la Via Allende per misurare le soglie di portata del torrente Rigossa e poter allertare tempestivamente la popolazione in caso di pericolo di esondazioni.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (241 valutazioni)